Versioni alternative: dimensione testo
ISTITUTO COMPRENSIVO FOSSANO A
ISTITUTO COMPRENSIVO FOSSANO A
mercoledì 05 giugno, 2019
All’Istituto Comprensivo “Fossano A” la musica non si ferma!
immagine

Dopo il saggio-concerto degli alunni del coro delle classi quinte della Scuola primaria “L. Einaudi” e degli studenti  di “OrchestranDo” del plesso della Scuola “media” di Via Dante, giovedì 30 Maggio è stata la volta del saggio di fine anno scolastico degli studenti (musicisti, coristi e ballerini), sempre del plesso di Via Dante, frequentanti i corsi di potenziamento musicale tenuti dalla Prof.ssa Masinara, e dei suoi allievi delle “dantesche” classi 3ªA e 3ªB.

Nella Sala Brüt e Bôn, gremita, il pubblico, caloroso ed entusiasta, ha dimostrato di gradire molto l’”aperitivo musicale” offerto dai bravissimi musicisti e dai bravissimi coristi, ed anche, quest’anno, dai talentuosissimi e scatenatissimi ballerini rock della 3ªB, sempre guidati dalla stessa docente. 

L’entusiasmo dei protagonisti del saggio ha pervaso tutta la sala ed ha contagiato tutto il pubblico presente, che, invitato a ritmare musica, canti e balli, si è lasciato simpaticamente coinvolgere ed ha festosamente accompagnato le varie esibizioni.

Tanti e tutti meritatissimi gli applausi, tanti e tutti meritatissimi gli elogi ed i complimenti ricevuti dai discenti e dalla loro insegnante: una emozionata Daniela Calandri, Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Fossano A”, ha calorosamente ringraziato tutti e ciascuno per il lavoro svolto e si è vivamente complimentata con tutti e con ciascuno per i brillanti risultati ottenuti.

Il saggio è stato anche occasione per dare il via al “periodo delle sorprese” ad una colonna della “Media” di Via Dante, vale a dire al Prof. Duca, prossimo alla pensione: fra la commozione di tutti – ed anche e soprattutto sua – il solitamente austero ed apparentemente imperturbabile docente ha ricevuto l’omaggio prepensionistico dei giovani musici, coristi e ballerini e della loro insegnante e, con la voce rotta dall’emozione, ha intonato, da loro e dal pubblico in sala incoraggiato, “Canzoni stonate”, una delle canzoni da lui maggiormente amate.

L’evento si è concluso con un grandioso rinfresco generosamente e gentilmente offerto dalle famiglie dei protagonisti del saggio.

 

                                                                                                                     Maria Cristina Bottero